Temporali catartici 


Era una notte buia e tempestosa di Settembre. Una di quelle notti in cui non riesci a dormire, la testa è un macigno e ti metti in ascolto di un fenomeno atmosferico catartico, quasi come fosse un rituale sacro induista. I tuoni che annunciano il temporale servono a tradurre un’anima tumultuosa. Più che una traduzione sono un aiuto. Alleggeriscono il peso dei pensieri, li districano e li schiariscono. Dentro un tuono, in tutto il suo fragore, ci sono quegli stati d’animo e quei pensieri che raramente riusciamo ad esternare così come li pensiamo, senza codici, pensieri di cui non facciamo parola, quelli che preferiamo tenere per noi perché a volte è difficile spiegare ma è altrettanto difficile capire. Guardo indietro, guardo avanti, guardo al presente e quel che vedo è una costante ricerca senza sosta. A volte entusiasmante, altre soddisfacente, altre inconcludente altre ancora fallimentare. Ma mai come adesso desidero vivere immersa nella bellezza e nella serenità seppur con le mie innate turbolenze. Me le devo. E non solo a me. Felicità da vivere in preziosi frammenti, da riconoscere, da catturare, da assaporare in momenti consistenti e densi, per quel che la vita mi concederà. Quando siamo felici non sentiamo il bisogno di altro, quando siamo felici è perché guardiamo e siamo guardati con occhi vivi e sempre attenti, quando siamo felici viviamo nella pienezza, ci sentiamo liberi, abbiamo l’esigenza di gridarlo, siamo contagiosi, siamo sorridenti, siamo realizzati, abbiamo sempre il coraggio di affrontare ogni difficoltà così come siamo in grado di farlo per proteggere chi amiamo; quando siamo felici non possiamo nasconderlo, quando siamo felici fremiamo dalla voglia di fare, quando siamo felici ci si legge in faccia perché i connotati mutano e tutto il volto si riempie di luce; quando siamo felici non abbiamo dubbi, quando siamo felici lottiamo con naturalezza oltre le nostre naturali forze, quando siamo felici somigliamo a degli alieni nelle capacità potenziate. Chiediti se sei felice. Cerca una risposta positiva. Se non la trovi continua a cercare. Tendi alla felicità. Createla dal nulla. Coltivala. Trasmettila. Espandila. Perché ogni tanto ci meritiamo che il mondo abbia dei colori accesi ed intensi anche durante i temporali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...