Che l’unico pericolo…

Essere permeabili a qualsiasi tipo di sensazione implica un grosso impiego e talvolta dispendio di energie, continui scossoni emotivi, un faticoso lavorio interiore, ma essere visceralmente impermeabili è terrificante. Non parlo di chi finge imperturbabilità mentre dentro è in corso una tempesta, ma di chi non riesce a sentire. L’impermeabilità potrà anche preservarti in alcune circostanze ma è agghiacciante non essere attraversati intensamente da tutto quello che si prova, o peggio non avvertire le emozioni nel profondo, non esserne toccato e rendersi conto di essere impenetrabile, freddo, inalterabile. Preferisco il carico emotivo della permeabilità. Mi spaventa pensare alle emozioni come a sensazioni sostanziose e piene ma passeggere. Non parlo di quelle negative o di quelle che provocano sofferenza che a lungo andare per istinto di sopravvivenza è cosa buona che si riescano ad elaborare, a metabolizzare e superare, ma parlo proprio del “non sentire” a cui preferisco senza dubbio il logorio provocato dall’intensità di certe emozioni. (“Che l’unico pericolo che senti veramente è quello di non riuscire più a sentire niente.”)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...