In principio fu La Piovra


Perché le case di produzione di fiction e serie tv italiche non la smettono di incentrarne troppe sulla mafia? O forse non ne sono già state prodotte abbastanza? Perlomeno variassero lo sviluppo della trama o delle scene simboliche. Ormai per osmosi siamo diventati degli esperti e potremmo scriverci una sceneggiatura. Sparatorie in luoghi pubblici, specie se mercati rionali dove il più delle volte durante le corse dei fuggiaschi si ribaltano i banchi di frutta e verdura e si travolgono passanti; sparatorie che hanno luogo nei ristoranti durante ricevimenti e banchetti nunziali prevalentemente quando si aprono le danze o nella fase più spensierata della festa; esilii di famiglie che hanno collaborato o che sono in pericolo, allontanate dal paese e confinate altrove, costrette a cambiare nome e numero e a non rispondere al telefono, che puntualmente però vengono rintracciate dall’onnipotente i cui scagnozzi gli buttano giù la porta di casa (quella di loro esiliati) e fanno una strage nel modo più cruento e spietato possibile; intrecci e tradimenti che seguono sempre i medesimi iter; scene di suspense nei cimiteri durante visite ai defunti; personaggi che stanno per essere scoperti o devono mantenere un pesante segreto combattendo con la propria coscienza, che si accendono una sigaretta e la fumano con mano esageratamente tremula provocando in chi li osserva – a me in questo caso – un fastidio e un rigetto rari. Io proporrei alle reti di unificarsi ed unire le rispettive forze creative al fine di produrre una fiction/serie unica, invece che farne svariate con titoli diversi ma contenuti identici, che abbia infinite stagioni e venga movimentata da disparati attori. L’illusione che nasce dal cambiare attori, location e qualche altro elemento può eventualmente accendere la curiosità ma solo alla prima puntata, poi si ripensa a La Piovra, da dove tutto ebbe origine prima che divenisse merce da commercio comune. In ogni caso, a mio avviso, sarebbe opportuno promuovere la mafia un po’ di meno a prescindere dalla qualità del prodotto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...