“A pranzo con zio!” – Riflessioni sul tempo

image

– Zio, allora di che cosa vogliamo parlare oggi? Direi che possiamo partire da una mia riflessione sui proverbi. Ti ricordi nonna Silvia che ne infilava uno in ogni frase? Lei li considerava aiuti fondamentali per la definizione di un concetto, affidabilissimi fonti di illuminazione data dall’esperienza, che in modo incisivo le mostravano la realtà su persone, cose e fatti. Molte dritte me le trasferiva tagliente sotto forma di proverbio, non solo dritte ma anche incoraggiamenti, spunti di riflessione, allarmi, segnalazioni di pregi o di vizi, approvazioni, elogi, critiche, dissensi, armonie e contrasti. Oggi pensavo a tutti quei detti che ci parlano del tempo e cercavo quelli che più mi si addicessero, o meglio che potessero farmi più comodo, tipo “ogni cosa ha il suo tempo” e “la fretta è cattiva consigliera”, infine mi sono soffermata a ragionare sulla presunta galanteria che gli viene attribuita. Si dice che il tempo sia galantuomo perché cura le ferite, anestetizza i dolori, ristabilisce le giuste misure. Invece non credo sia così rispetto agli eventi che nel frattempo accadono e accadono nel “qui e ora”. Credo che siamo determinanti noi e gli eventi più che la sua presunta galanteria. Lo considero più un tiranno perché passa inesorabile e non ci dà possibilità di fermarlo. Ma è anche prezioso ed è per questo che bisognerebbe fare buon uso di quello che ci viene donato.

– Vedi, quello che dici può essere filosoficamente corretto ma scientificamente il tempo non esiste, è solo un’illusione. Prendi ad esempio due astronavi nello spazio. L’astronave A è posizionata a distanza da un buco nero che invece sta per risucchiare l’astronave B. Per A l’astronave B si cristallizza davanti al buco nero senza esserne mai inghiottita, mentre gli astronauti della B sentiranno di essere assorbiti dal buco. Questo succede perché il tempo si ferma per quella che la osserva da lontano, mentre per quella vicino al buco il tempo scorre regolarmente, motivo per cui vi precipita. Nel centro non esiste la gravità, tutta la massa del pianeta crea una deformazione dello spazio-tempo che ci spinge giù, ma non è un’attrazione, è lo spazio che è deformato. La massa del buco nero è enorme per cui per chi lo osserva da lontano il tempo sembra che si fermi. Tutto chiaro?

– Sì. Il tempo è un’illusione. Wow. Questo mi torna comodissimo.

Abbiamo trasmesso la rubrica “A pranzo con zio!” speciale 1° Maggio.

2 pensieri su ““A pranzo con zio!” – Riflessioni sul tempo

    • Ecco, potevi fare tutti i riferimenti che volevi ma non avresti dovuto mai avanzare un parallelismo con una delle teorie la cui comprensione mi è stata sempre molto ostica. E poi adesso ci vedo così doppio che potrei vedere un mondo fatto esclusivamente di gemelli senza tempo, me li immagino tutti sulla 30ina, chissà perché! So’ strana eh…

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...