Acrobati

image

Visto dall’oblò di questo aereo
il mondo sembra ben organizzato
Dell’uomo cogli l’operato serio
il tratto netto, duro ed ordinato.
Reticoli di campi cesellati
di cui non percepisci mai l’arsura
e specchi d’acqua poi, come diamanti
che l’uomo ha regalato alla natura
forse per darle una struttura
per darle una struttura…
Le strade che si inseguono impossibili
dei popoli raccontano il cammino
aggirano i più straordinari ostacoli
o basta non guardarle da vicino

E noi che siamo in mezzo a queste ali impavide
non siamo niente o siamo tutto
lasciarci trasportare è stato facile
ma adesso ritornare giù non sembrerebbe giusto
Dovremmo resistere
Dovremmo insistere
e starcene ancora su
se fosse possibile
Toccando le nuvole
O vivere altissimi
come due acrobati
Sospesi

Non guardare giù, non so se c’è la rete
Il mondo da quassù sembra lontano e invece
invece è un attimo e lo sai
rifinirci dentro
e devo stare attento
a non sbagliare ancora (col tempo)
a non sbagliare movimento (s’impara)
a non sbagliare (a stare sospesi)

E c’è una strada sottilissima
che non riesco più a vedere
Se continui ad aggrapparti rischiamo di cadere
di cadere oppure fingere un’altra acrobazia
questione di equilibrio
l’equilibrio è una filosofia.
Dovremmo resistere
dovremmo insistere
e starcene ancora sù
se fosse possibile
toccando le nuvole
o vivere altissimi
come due acrobati
sospesi

Il tempo
non passa
rallenta
si ferma
è il vento
che conta
che canta

Disobbedire alla gravità
non credo che sia grave
non credo che sia grave
non puoi chiamarla libertà
finchè non rischi di cadere
non rischi di cadere
dall’alto
c’è sempre qualcuno che guarda
guarda

Le visioni d’insieme, i colpi d’occhio, le panoramiche, mi hanno sempre affascinata. Come l’altro giorno a passeggio per Roma, in occasione di una reunion cuginesca durante la quale mi son data orgogliosamente un tono in qualità di cicerone. Mia cugina e le sue amiche sono partite da Mantova di mattina presto appositamente per vivere una giornata all’insegna della romanità. Nella full-immersion tra atmosfere e bellezze, non poteva certo mancare la visita di rito alla Fontana di Trevi. In contemplazione davanti al capolavoro, recentemente restaurato, di Salvi, Pannini e Bernini, uno stuolo fitto di persone, tutte vicinissime, nessuno spazio vuoto tra loro, chi seduto, chi in piedi, chi concentrato negli scatti fotografici, chi in procinto di lanciare la monetina, rituale imprescindibile per ogni visitatore. Ecco, vederli tutti lì davanti alla maestosità dell’arte, sentire nel frattempo l’acqua scorrere e il brusio delle voci, pensare alla meraviglia di quel quadro animato incorniciato nei miei occhi, mi ha fatto toccare con un dito il cielo azzurro e terso sopra di me. Ho pensato alla fortuna concessami in quel momento e a tutte le volte che ho potuto godere di certe visioni incantevoli. Come ai concerti o durante le partite della propria squadra del cuore, quando tu sei un puntino piccino e lontano, ma esattamente da lì, dal tuo sedile scomodo, puoi roteare gli occhi e osservare lo spettacolo. Un insieme di colori, di luci, di coreografie, di voci unite in un coro. Qualcosa che riempie l’anima fino a produrre una delle più belle emozioni provate dall’occhio umano e nudo. Così con le visuali, quei punti d’osservazione da cui puoi vedere un ampio scorcio della città. E con i paesaggi che scorrono rapidi mentre viaggi in macchina, che muovono pensieri e respiri a pieni polmoni, e tu donna rapita dallo sguardo perso e trasognante, ti reggi la testa con la mano e viaggi con la mente. Così in volo, quando la testa si posiziona in corrispondenza dell’oblò di un aereo e lo sguardo va a tutto quello che si vede laggiù, sulla terraferma. Momenti in cui, grazie al dono della vista, cogliamo l’essenza della bellezza. E allora la speranza – e l’augurio – è quella di disobbedire alla gravità. Di disobbedirle spesso, perché solo gli acrobati possono toccare le nuvole.

2 pensieri su “Acrobati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...